CITTÀ DI CRES

La cittadina di Cres è la località più grande e il centro amministrativo dell'isola.

Si trova nella parte nord-est di una baia ben protetta, che per secoli ha offerto un buon riparo da maltempo. La sua posizione favorevole ha permesso la costruzione di una grande marina nella parte meridionale dell'isola. Nella baia non mancano inoltre ampi spazi balneari: le prime spiagge si trovano a pochi passi dal centro di città. La posizione geografica della città ha inoltre favorito lo sviluppo di settori come la pesca, l'ingegneria marittima e la costruzione navale. La straordinaria fertilità del terreno che circonda la città favorisce la crescita degli uliveti, dai cui frutti si produce ogni anno il famoso olio di oliva di Cherso.

Il modo migliore per conoscere la città è sicuramente ripercorrendo le innumerevoli stradine della città vecchia. Le case strette e alte che si appoggiano l'una sull'altra e le strette viuzze che serpeggiano nella parte antica della città sono un esempio tipico di architettura medievale. Gli stemmi che decorano le facciate e le porte d'entrata delle case ricordano la vita degli antichi abitanti – pescatori, contadini, fabbri e altri. Per entrare nel centro storico, cinto da mura, si doveva passare attraverso una delle tre porte cittadine, ben conservate ancor oggi e accessibili dal parco comunale.  La parte più conservata delle mura cittadine è sicuramente la torre difensiva, situata nella parte nord-ovest della città. La piazza cittadina, e in particolare la loggia, costituiva il nucleo del centro storico, è sempre stata il palcoscenico di tutto ciò che succedeva nella città: proclami, conclusioni di contratti, affari e feste. Oggi invece a popolare ogni mattino la piazza è il mercato locale, con la vendita di frutta, verdura, olio d'oliva, miele e altri prodotti tipici.

Tra tutte le isole adriatiche, Cherso vanta la tradizione turistica più lunga. Infatti, arrivato nel lontano 1845, si è notevolmente sviluppato negli ultimi anni. L'elevato numero di ospiti che ritornano di anno in anno sono prova del grande successo turistico del Quarnero. La storia del turismo croato ha avuto inizio ad Abbazia nel lontano 1844, con la costruzione della villa Angiolina e, poco dopo, del primo albergo, l'hotel Kvarner. Con la crescita turistica della riviera di Abbazia si sviluppa anche il turismo nel resto della regione, soprattutto sulle isole. Già nel mese di giugno del 1845, un battello a vapore fa sbarcare sull'isola di Cherso circa duecento turisti e verso la fine del XIX secolo apre le porte il primo albergo di Cherso, Miramar, dando il via allo sviluppo del turismo moderno sull'isola di Cherso.

La varietà dell'offerta turistica, la gastronomia, le manifestazoni e i monumenti storici e culturali rendono Cherso la località turistica croata per eccellenza.