IL BOSCO DI TRAMUNTANA

La zona boschiva di Tramuntana, situata nella parte settentrionale dell'isola, si protrae su 5500 ettari e rappresenta una parte importante del patrimonio naturale. Boschi di quercia, carpini e castagni costituiscono il tetto vegetale di questa zona. Il rovere medunac più antico del bosco è stato proclamato nel 1997 monumento naturale protetto.

Tramuntana nasconde numerose grotte e pozzi, importanti punti di ricerche biospeleologiche, paleontologiche e preistoriche. Nel pozzo di Čampari (caverna Banićeva pećina), situato vicino al vollaggio di Petrićevi, sono stati ritrovati quattro scheletri di orsi bruni delle caverne, risalenti a12000 anni fa, il che li rende unici in questa parte dell'Europa.

Il primo sentiero ecologico sull'isola di Cherso che percorre la zona di Tramuntana è stato aperto nel 1997. È costituito da 20 stazioni con sculture di pietra dello scultore Ljubo de Karina. Vi sono incisi i versi di Andre Vid Mihičić,grande poeta, patriota e pensatore di Beli. L'intera area di Tramuntana comprende sette sentieri ecologici, collegati tra di loro. Seguono gli antichi sentieri che collegavano una volta i villaggi situati in zona. È particolarmente interessante il sentiero n. 1, marcato in colore rosso, con venti sculture di Ljubo de Karina, sulle quali sono incisi i versi di A. V. Mihičić. Per rinnovare la comunicazione tra l'Uomo e la Natura, accanto ai sentieri sono stati creati numerosi labirinti. Le pozze d'acqua erano anticamente un indispensabile elemento per l'approvvigionamento idrico e, in particolare, per l'abbeveramento del bestiame.

La zona è inoltre particolare per le località naturali protette (riserva speciale), i ritrovamenti  archeologici preistorici (la caverna Banićeva pećina), antichi e medievali, i nuclei rurali ben conservati, soprattutto dal punto di vista architettonico, e, infine le numerose pozze d'acqua e un ambiente ecologico praticamente intatto.